portfolio-large-img portfolio-large-img portfolio-large-img portfolio-large-img portfolio-large-img

Spazio Architettura

Lo spazio in questione si trova a Pescara, in un piano terra del centro storico.

Il locale è un parallelepipedo di 6 metri per 5, alto ben 4 metri. Il concept consiste nell’utilizzo di volumi puri, lineari, e di una illuminazione ben studiata, con tagli di luce e superfici luminose che tendono a dilatare lo spazio interno. Tutti i volumi sono bianchi, ed è la luce, che, diffondendosi uniformemente nell’ambiente, sottolinea, con sfumature e chiaroscuri netti, le facce e le superfici di questi solidi. L’allestimento è studiato in modo da contenere gli impianti e le fonti lumose.

Il fulcro del progetto è una struttura a “ponte“: un involucro nell’involucro, che sfruttando l’altezza dell’ambiente, crea uno spazio nello spazio, un’habitat di lavoro intimo e isolato ma nello stesso tempo integrato nello spazio circostante.

Il corpo sospeso per oltre 3 metri del “ponte” contiene l’illuminazione diffusa, mentre i due elementi verticali sono utilizzabili internamente come contenitori con ante a scomparsa. Questo oggetto organizza tutti gli spazi interni: crea una zona per proiezioni e mostre nei pressi della vetrina, uno spazio interno di lavoro, e un piccolo disimpegno che fa da filtro per il bagno. Questo solido fluttua nella stanza, si smaterializza, anche grazie alla luce che passa attraverso lo spazio che lo separa dal muro.

Il progetto è completato da una parete attrezzata a libreria e guardaroba, dove i vani per i libri sembrano essere stati scavati direttamente nel muro, e le ante dei contenitori compongono un disegno di solchi lineari sulla superficie bianca, e dal tavolo, progettato come due piani componibili, chiusi da un lato in modo da consentire tutte le possibili configurazioni di lavoro.

  • Project Information

  • Category:
Info